Tu sei qui: Home
Domenica mattina “flash mob” in via Aldo Moro e ludoteca in Dogana

Domenica mattina “flash mob” in via Aldo Moro e ludoteca in Dogana

Ultimo fine settimana prima di Natale, poi una pausa nel cartellone per ripartire il 27 dicembre con le iniziative del Forum dei Giovani

Sabato pomeriggio nella Dogana dei grani arriva

Sabato pomeriggio nella Dogana dei grani arriva "Babbo Natale"

Lo storico edificio di Piazza Umberto I si trasformerà in un luogo magico, pronto ad accogliere tanti bambini

Controlli a tappeto con unità antidroga

Controlli a tappeto con unità antidroga

I Carabinieri di Atripalda, in collaborazione con i colleghi di Pontecagnano, hanno incastrato un giovane spacciatore grazie al fiuti dei cani

Signore e signori, (ri)ecco a voi i Giaguari (guarda il video)

Signore e signori, (ri)ecco a voi i Giaguari (guarda il video)

Carmine Cioppa e Adelson Nutini torneranno ad esibirsi venerdì prossimo, 19 dicembre, ad Avellino, nel salone della Banca della Campania (oggi BPER), mezzo secolo dopo l’esordio con lo storico complesso che da Atripalda arrivò a Sanremo Giovani nel 1969. Primativvù gli ha dedicato una puntata speciale, Raffaele La Sala i suoi ricordi di bambino

Centro servizi, la firma sui contratti ancora non c’è

Centro servizi, la firma sui contratti ancora non c’è

Il conto alla rovescia è partito, ma la Xenus sembra aver fatto un passo indietro: a salvare il Comune dal dissesto potrebbe pensarci la nuova normativa in materia contabile. E la Corte dei Conti?

Vittorio de Caprariis e gli amici di Atripalda (guarda il video)

Vittorio de Caprariis e gli amici di Atripalda (guarda il video)

Si va concludendo, nell’indifferenza di molti, il 50° anniversario della morte di uno dei maggiori filosofi del XX secolo: una occasione mancata per riflettere sulla inarrestabile deriva della politica. Domani, martedì 16 dicembre, su sollecitazione del prof. La Sala, il liceo che porta il suo nome lo ricorderà

Profughi e rifugiati, Atripalda accogliente

Profughi e rifugiati, Atripalda accogliente

Da qualche giorno dimorano in città una mezza dozzina di extracomunitari provenienti dal Senegal, Mali, Costa D’Avorio e Nigeria sono ospitati in una abitazione cittadina, ad occuparsi di loro una cooperativa del salernitano

NEWS

Lettera di Natale ai genitori

Uno fra i tanti messaggi scritti dagli alunni della Primaria

Cari genitori, il Natale è vicino e dovremmo viverlo pensando che è un giorno molto importante per tutta l’umanità. In tutti gli uomini, anche quelli più cattivi, potrebbe nascere qualcosa d’intenso: l’amore. Il Natale è una festa che si celebra con luce e colori per annunciare la nascita del nostro Salvatore. Però c’è anche chi non potrà festeggiarlo come noi, con gioia e con regali, ma solo con il cuore e con l’amore che prova per Gesù. Molte persone non hanno una vita tranquilla e serena e questa lettera è rivolta proprio a coloro che soffrono, che vivono in paesi in guerra o che non hanno i genitori e vengono maltrattati: perché possa suscitare in loro un po’di felicità. Vederli con un sorriso sarà difficile…se solo potessi fare qualcosa! A Natale desidererei essere felice, perché viene una sola volta l’anno e voglio godermelo, ma davanti agli occhi ho sempre loro, quei bambini che vivono in Africa e non hanno da mangiare. Si fanno continuamente raccolte di soldi per questi poverini, ma a che serve se nessuno comprende che per aiutarli dobbiamo diffondere la pace nel mondo? Le guerre sono bruttissime. Se ci fosse la pace, il mondo sarebbe un luogo fantastico. Invece è come se fosse diviso in due grandi blocchi: uno pacifico e un altro violento. Se entrambi si unissero, insieme, formerebbero un universo migliore, dove l’uno possa contare sull’altro. Per far sì che questo avvenga dobbiamo far capire alla gente cattiva che non bisogna uccidere per ottenere qualcosa. La cattiveria è una cosa che da alcune persone è difficile mandare via; tuttavia, se ci mettessimo l’impegno necessario, tutto potrebbe accadere! Mamma, papà, in un giorno così speciale per me, chiunque dovrebbe avere la possibilità di diventare buono perché sta per nascere Gesù! L’albero è splendente con le mille sue lucette colorate; Maria e Giuseppe nel presepe sono contenti perché saranno allietati dal Bambinello Divino. Nel mio cuore sento già un coro di angeli che cantano: “Venite è nato il Salvatore… Pace agli uomini di buona volontà!” W IL NATALE!

La vostra Serena (Guerrera)

E-mail Stampa PDF

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna