Martedì, 14 Lug 20

Tu sei qui:

I quattro dipendenti indagati rischiano il licenziamento

Né la procura, né il tribunale del lavoro hanno ancora assunto decisioni e la commissione disciplinare ha riaperto il fascicolo

Sono passati quattro mesi dal giorno della denuncia

L’Ufficio procedimenti disciplinari del Comune di Atripalda ha riaperto il fascicolo dei quattro dipendenti indagati per truffa aggravata e sta valutando l’ipotesi del licenziamento in tronco: è questa la clamorosa ed inattesa indiscrezione che filtra da palazzo di città. La commissione, infatti, formata dai capisettore Aquino (presidente), Reppucci e De Giuseppe si è riunita più volte nei giorni scorsi per verificare, insieme all’avvocato Ettore Freda, il consulente legale nominato dal sindaco, con l’ausilio della consulente del lavoro Gabriella Spagnuolo, se vi siano i presupposti per non far più rimettere piede in Comune i quattro dipendenti indagati.

Un’improvvisa accelerazione dopo che la commissione aveva deciso, due mesi fa, dopo che il legale di tre di loro, l’avvocato Alfonso Maria Chieffo, aveva più volte sollevato eccezioni di carattere procedurale, di sospendere il procedimento disciplinare in attesa della decisione della giustizia ordinaria o quantomeno del giudice del lavoro a cui tre dei quattro impiegati si sono rivolti per chiedere il reintegro al lavoro. Decisioni che, né in un caso, né nell’altro, sono ancora arrivate e che, per certi aspetti, hanno costretto la commissione comunale a riaprire il fascicolo per pronunciarsi entro il termine dei quattro mesi previsto dalle norme in materia altrimenti i dipendenti avrebbero potuto ottenere facilmente il reintegro. A quanto pare, inoltre, la commissione starebbe valutando l’adozione di un provvedimento uguale per tutti, cioè senza distinguere le singole posizioni ed il grado di responsabilità.

E-mail Stampa PDF

Commenti  

 
#5 GiaSai 2015-06-10 15:56
Se se...Commission e disciplinare... tutti senza esperienza in materia...Avvoc ato compreso,anzi,f orse il primo.
Preparatevi ad un gran bel papocchio...
 
 
#4 finalmente 2015-06-10 08:06
Bravi era ora
 
 
#3 Duca di Andria 2015-06-09 17:13
Certo è che per queste persone restano sempre dei punti interrogativi.. .... ci si puo' fidare? si sono pentiti davvero? ed anche se si fossero pentiti chi si potrebbe fidare piu' [...]
 
 
#2 cittadino 2015-06-08 19:47
Non siate troppo frettolosi.
Sollecitate invece la Procura a chiudere nel più breve tempo le indagini.
 
 
#1 patrizia 2015-06-08 18:27
"RISCHIANO" PERCHE' NON SONO STATI ANCORA LICENZIATI?, MA COSA SI DEVE COMMETTERE PER PAGARE UNA PENA IN ITALIA?
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna