Venerdì, 23 Giu 17

Tu sei qui:

La Sala: Prezioso e la delega all’acqua… fresca

Pronta controreplica del coordinatore di “Piazza Grande”: «L'assessore è finito nella trappola delle reciproche convenienze politiche, concorrendo con ruoli marginali ad assumersi indigeste responsabilità amministrative»

Raffaele La Sala

No, polemizzare con il prezioso assessore alle deiezioni canine, all’olio vegetale e all’acqua fresca (che tra l’altro è persino tra i pochi ‘volenterosi’, e forse pure in buona fede) proprio no!

Ho provato a suggerirgli invece con un po’ di ironia (e mi rammarico che non abbia gradito o non se ne sia accorto) che nelle sue estemporanee iniziative, per le quali è sempre vivamente auspicato un puntuale monitoraggio ex post, sarebbe necessaria un’azione istruttoria più accurata e minore trionfalistica superficialità nella propaganda copia&incolla.

Per questo alle sue stravaganti ed infondate obiezioni di merito (non replico al resto, che attiene alla storia personale di ciascuno) rispondo - senza polemica-  con alcune domande.

E’ sicuro della linearità e correttezza delle procedure di affidamento della cosiddetta “Casa dell’Acqua”?

Con quali criteri e sulla base di quali discrezionali valutazioni è stato affidato il servizio ad una azienda presentata come “leader nel settore”, che ha tre soli impianti attivi nel mondo (oggi 4 con Atripalda) e sei in corso di attivazione?

Gli risulta che siano state attivate le procedure di incasso delle somme (appostate in bilancio) per il servizio di raccolta di abiti usati ed oli esausti? O tra qualche mese ci dirà che ci sono…problemi?

Quando scrive “La Casa dell'acqua ha un contatore dedicato che misura gli effettivi consumi che saranno a carico dell'azienda SinergyItalia” che cosa vuol dire precisamente? Che esiste un contatore intestato alla ditta de quo, o cosa?

In attesa di risposta, alcune sommesse considerazioni. Per quanto riguarda il punto 4, per esempio, l’invito che la precisazione egli la indirizzi ai tecnici dell’Alto Calore, avvertendo che nessuno, nemmeno il Comune, può eventualmente erogare e contabilizzare per il recupero, acqua a terzi e che - se questo fosse - il Comune medesimo si assumerebbe pesanti responsabilità non sue. E mi spiego. Si verificasse, per cause imprevedibili ed accidentali, una qualsivoglia anomalia o peggio ancora una contaminazione, l’azienda non potrebbe che rivalersi prima sul Comune. Quanto poi al capitolo dei costi, rozzamente ‘risolto’ con una somma che fa il totale… 5+5 = 4+6… euro cent/litro, vale la pena di notare che altrove l’acqua refrigerata non costa un tubo; sono state previste erogazioni gratuite per le prime settimane, o consistenti bonus (come la fornitura gratuita dei primi 80 litri erogati, o l’acquisto della carta da 10 euro nominali ad 8 euro effettivi…).

Ma quello dei costi è un altro capitolo, del quale forse potrà occuparsi la Corte dei Conti.

Non credo che quanto segnalato sia né frutto di supponenza né di smodate ambizioni personali (per queste piuttosto, dico supponenze ed ambizioni, si guardi anche distrattamente intorno). Né credo siano cose troppo complicate, neppure per l’assessore Prezioso, il quale - in ragione del suo ruolo - è chiamato a verifiche puntuali ed a fornire dati e documenti, prima ai cittadini e poi a quanti altri dovessero averne legittima curiosità.

Mi permetta il Prezioso un ultima annotazione. Ho come l’impressione che sia finito - spero suo malgrado ed in buona fede - nella trappola delle reciproche convenienze politiche, concorrendo con ruoli marginali ad assumersi indigeste responsabilità amministrative. In cambio della delega all’acqua… fresca. Una pena.

Raffaele La SalaCoordinatore “Piazza Grande”

E-mail Stampa PDF

Commenti  

 
#11 presuntuosi 2015-10-13 17:09
Michela ti invito a candidarti così gli atripaldesi potranno vedere questa scienziata di livello mondiale che hanno la fortuna di avere come concittadina... . ....così oltre le chiacchiere potranno vedere le due grandi doti amministrative. .......così si faranno almeno due risate.......un a che si vanta da sola fa proprio ridere
 
 
#10 MIchela 2015-10-13 10:55
Eccone un altro. Un altro cultore del buongoverno. Il fan degli amministratori capaci che stanno traghettando Atripalda nelle eccellenze del paese. Voi fate pena, perchè non avete il senso della misura e non percepite la vostra inconsistenza. Ci state cancellando dalla carta geografica, con la nullità del vostro operato, state facendo scivolare nell'oblio.
Un consiglio, cambiate mestiere.
Un secondo consiglio, prima di parlare degli altri, pesatevi. Se ne siete capaci!
 
 
#9 presuntuosi 2015-10-13 09:16
Michela ovviamente i fan di lasala sono tutti [...] come te hai ragione siamo veramente messi male con persone come voi che credono di essere i migliori i soli ad essere perbene i soli intelligenti e i soli ad essere nel giusto........c ome diceva Totò ma ci facci il piacere. .......
 
 
#8 raffaele la sala 2015-10-12 20:02
Sono davvero onorato e spero di meritare anche in futuro la stima della signora Michela (invece l'amico, si sa, è un amico... e gli si deve perdonare tutto). Quanto all'autore del post n.7, non si offenda, voglio sinceramente ringraziarlo. Somiglio veramente a Crozza? Lei mi vuole lusingare... perché credo che Crozza sia di gran lunga il più intelligente e dotato della fintropposcena scena della politica italiana.
 
 
#7 Crozza 2015-10-12 15:07
Questo professore assomiglia sempre più a....Crozza per la sua comicità. per fortuna gli atripaldesi si guardano bene dal mandarlo al governo della città.
 
 
#6 MIchela 2015-10-12 15:01
quando leggo alcuni commenti, capisco che siamo messi male in questa nostra cittadina. Vorrei rassicurare l'autore del post 5, ribadendo che sono una cittadina di Atripalda, che stima il professore La Sala, pur avendo votato il Sindaco Spagnuolo e la sua allegra brigata. La qualità dell'amministra zione è andata via via scadendo, mentre la stima per La Sala resta immutata.
Me ne devo fare una colpa?
Non sarebbe più utile una sana autocritica da parte degli amministratori e dei loro fans, rappresentati (quelli si) dallo stesso autore del post 5
 
 
#5 Ma falla finita 2015-10-11 13:55
Michela ma faccio o piacere andate via da atripalda tu e la sala o forse siete la stessa persona ?
 
 
#4 Michela 2015-10-10 15:07
Il professore La Sala é persona perbene e colta. Con le sue analisi fornisce un servizio sociale insostituibile, che aiuta le persone perbene e colte e farsi un'opinione sulla qualità dell'azione amministrativa. Ma le persone perbene sono in netta minoranza ad Atripalda, al punto che al governo della città mandiamo chiunque, il primo che ci chiede il voto. Anche se palesemente inadeguato a qualsiasi ruolo di governo
 
 
#3 napoli a bastoni 2015-10-09 17:36
SCONTRO TRA TITANI: prezioso (i poteri occulti) e la sala (osaccaioio): GRAZIE DI ESISTERE!
 
 
#2 Un amico 2015-10-09 11:44
Lello sei sempre ER più.
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna